Le spiagge di Malaga

Le spiagge di Malaga

Prima di essere una città d’arte ed un luogo fantastico per passare una vacanza fatta di divertimento, ottima cucina ed un’infinità di cose da fare e da vedere, Malaga è una città di mare.

Le sue spiagge sono numerose e perfettamente in grado di accogliere le migliaia di turisti che si riversano in riva al suo mare in ogni periodo dell’anno per approfittare dell’incredibile clima e dell’altissima percentuale di giornate di sole di cui gode questo angolo di Spagna.

Nonostante non siano certamente tra le più spettacolari d’Andalucia,le spiagge della città garantiscono sempre acque limpide ed ottimi servizi,e costituiscono un’ottima opzione per chi non ha il tempo o la possibilità di partire alla scoperta delle centinaia di chilometri di litorale della regione per soddisfare la propria voglia di mare.

E Alhambra Instituto per questo gode di una posizione privilegiata,vista la ubicazione a pochi minuti a piedi dalla spiaggia di Pedregalejo, piena di bar, ristoranti e luoghi dove passare alcune ore in relax con amici e compagni di studio della scuola.

Cosa c’è di meglio infatti di una bella “cervecita” dopo un corso di spagnolo?

 

Playa de Pedregalejo – Las Acacias

Pedregalejo è uno degli antichi quartieri marinari di Malaga. Totalmente proiettato verso il mare, offre un’atmosfera tranquilla e rilassata e vanta una attrezzatissima spiaggia di sabbia scura lunga più di un chilometro, circondata da un bel lungomare.

Nonostante l’aria famigliare e le origini popolari, quella di Pedregalejo è oggi una delle zone residenziali preferite dai turisti che arrivano in città, grazie alla gran quantità di bar e ristoranti ed alle numerose scuole di lingua che hanno qui la loro sede.

Il lungomare poi è una delle zone più movimentate della vita notturna cittadina durante i mesi estivi. Frotte di giovani e studenti stranieri, come i nostri studenti, affollano i bar della zona, soprattutto il lunedì, quando i locali offrono la “ladies’ night” con sconti o drink gratis per le ragazze.

Playa de El Palo

Proseguendo verso est da Pedregalejo si incontra El Palo, un altro quartire marinaro, virtualmente unito al primo, dal quale lo separa solo un piccolo corso d’acqua.

La spiaggia, lunga circa 1.200 metri e larga una ventina, è suddivisa in diverse piccole insenature da dei moli artificiali che la proteggono dal moto ondoso, ed è naturalmente molto simile alla precedente per quanto riguarda l’arenile, i servizi (completissimi) e l’atmosfera. Il lungomare che la circonda è anch’esso molto popolare, tanto tra i turisti quanto tra i locali, soprattutto grazie alla grande offerta di ristoranti di pesce.

Playa El Dedo

Verso l’estremo est de El Palo si trova la spiaggia de El Dedo. Lunga circa 500 metri, è delimitata ad ovest da un corto molo artificiale ed a est dal porto turistico de El Candado. Si tratta di una spiaggia totalmente accessibile e dotata di servizi completi, e circondata come El Palo e Pedregalejo di un animato lungomare.

Il locale forse più famoso della zona è El Tintero, un ristorante storico della città, che vanta un servizio singolare: i camerieri non si avvicinano ai tavoli per prendere nota delle ordinazioni; piuttosto, girano per la sala con piatti di ottimo pesce fresco tra le mani e sta ai clienti fermarli per scegliere “al volo” quelli che vogliono, prima che vengano assegnati a qualcun altro. Alla fine del pasto vengono contati i piatti e stabilito il conto. Da non perdere!

Playa El Candado

El Candado è un piccola (200 metri di lunghezza) ed esclusiva spiaggia collegata al marina ed il club nautico omonimi, distanti pochi passi. L’accesso principale è lo stesso del ristorante che si affaccia sull’arenile, un locale dotato di una splendida terrazza e che offre un’ottima cucina (anche se non proprio economica).

La spiaggia è molto curata e dotata di servizi completissimi, ed è spesso animata dalle feste e le serate organizzate dal club. Va segnalato che, date le ridotte dimensioni, in alta stagione può risultare affollata.

Peñon del Cuervo

La spiaggia del Peñon del Cuervo prende il nome dalla grande roccia che divide l’arenile in due, un elemento che la rende facilmente identificabile dal mare e dalla strada e che coincide virtualmente con l’estremo est del litorale cittadino.

La spiaggia è lunga circa 450 metri e larga una trentina; a parte il parcheggio, non sono presenti servizi, bar o ristoranti, per i quali è necessario dirigersi verso l’adiacente frazione de La Araña.

Nella zona retrostante, più elevata rispetto all’arenile, è presente un lungomare panoramico ed una zona alberata con tavoli ed attrezzatura barbeque pubblica. Questo particolare elemento, unito al fatto che si tratta di una delle spiagge più piacevoli della città, ne fanno uno dei luoghi preferiti dai locali (soprattutto giovani, ma anche famiglie) durante il fine settimana o i giorni festivi, e non è raro trovare l’area pic-nic movimentata da qualche festa improvvisata che dura fino a ben entrata la sera (la spiaggia è isolata, per cui non ci sono particolari problemi per il rumore).

Per raggiungerla bisogna percorrere verso est la strada costiera che attraversa il quartire de El Palo. Appena dal centro abitato vedrete le torri e le struttura di una fabbrica di cemento; pochi metri prima di raggiungerla, dovrete uscire dalla strada principale per riprenderla poi in senso contrario ed imboccare l’uscita per il sottopassaggio che conduce alla spiaggia. Se vi sembra troppo complicato potete semplicemente accostare una volta raggiunta la fabbrica e chiedere indicazioni; la spiaggia è famosa per cui non vi sarà difficile trovare qualcuno che possa aiutarvi.

Proseguendo poco oltre, e già fuori dal territorio cittadino, si trova un’altra spiaggia che vale la pena visitare, La Cala del Moral, situata di fronte all’omonimo centro. Premiata più volte con la Bandiera Blu, è una fantastica spiaggia per famiglie, il posto perfetto per passare una giornata di mare in tranquillità.

 

Playa del Campo de Golf – San Julián

Situata nell’estremo ovest del litorale malagueño, a poca distanza dal campo da golf dell’hotel Parador Malaga Golf, la Playa del Campo de Golf – San Julián è caratterizzata da un arenile di circa 3 km di lunghezza e circa 50 metri di larghezza, molto frequentato da windsurfisti e kiters nelle giornate ventose.

Dotata di tutti i servizi basici (accesso disabili, bagni docce, parcheggio, noleggio sdraio e ombrelloni, ecc.), e aperta anche ai nudisti, è una spiaggia tranquilla, mai troppo affollata, neanche in piena alta stagione. Si trova nella zona della foce del fiume Guadalhorce ed è circondata da bassa vegetazione; il posto perfetto per una giornata di mare, silenzio e relax.

Playa de Guadalmar

La spiaggia di Guadalmar è adiacente a San Julian, situata ad est della stessa e proprio davanti all’urbanizzazione con lo stesso nome. È lunga circa circa 450 metri e larga una trentina. L’arenile è caratterizzato da sabbia scura ed è frequentato anche da nudisti, che in genere si concentrano nella zona delle dune, a pochi metri dall’estuario del Guadalhorce (parte di un’area naturale protetta che vale la pena visitare e vicino ad un rinfrescante boschetto di eucalipti).

Come San Julian, anche Guadalmar è dotata di tutti i servizi basici ed è offre anche un chiringuito, il Servando, con ottima cucina. Va segnalato che la spiaggia si trova proprio sotto il sentiero di avvicinamento degli aerei che volano sull’aeroporto di Malaga, per cui aspettatevi di vedere numerosi apparecchi volare a bassa quota.

Playa de la Misericordia

Proseguendo ancora verso est, superata la spiaggia di Sacaba (compresa tra la foce del Guadalhorce ed un piccolo molo), si trova una delle spiagge più note di Malaga, la Misericordia.

Facilmente indentificabile grazie ad un’alta ciminiera in mattoni, resto del passato industriale del quartiere, che si staglia a circa metà dell’arenile (lungo circa 1,5 km e largo una trentina), la Misericordia offre servizi completi, anche grazie alla corta distnaza che la separa del lungomare di Huelin e dei suoi bar e ristoranti.

Come altre spiagge di Malaga, la Misericordia in estate viene periodicamente “colpita” dalla Ola del Melillero, un'”onda anomala” provocata dal passaggio del traghetto ad alta velocità che collega la città con Melilla. Data la conformazione e l’orientamento della spiaggia, l’onda arriva qui perfettamente formata, e nei mesi estivi, ogni sera verso le 19.30, frotte di bambini e surfisti aspettano l’arrivo dell’onda per terminare la giornata con un po’ di divertimento.

Playa de San Andrés

Un’altra spiaggia molto apprezzata dai locali, dotata di tutti i servizi e situata a poca distanza dal porto.

L’arenile è lungo circa 700 metri e largo una cinquantina; è dotato di aree verdi e zone di gioco per i bambini, e costeggiato dal piacevole lungomare di Huelin, frequentato da ciclisti, skater e da chiunque abbia voglia di una passeggiata con vista sul mare.

Grazie alla vicinanza delle zone residenziali, a San Andres non vi sarà difficile trovare un chiringuito o un ristorante dove gustare qualche porzione dell’ottimo pesce locale. Il Restaurante Gutiérrez Playa è uno dei migliori della zona, ed si affaccia direttamente sulla spiaggia.

Playa de la Malagueta

La Malagueta è sicuramente la spiaggia più nota di Malaga. Situata subito ad est del porto, a pochi minuti a piedi dal centro storico della città, è caratterizzata da un arenile in gran parte costituito da sabbia scura aggiunta artificialamente.

La spiaggia è lunga circa 1,5 chilometri ed è costeggiata dal lungomare più frequentato della città. Offre una bellissima vista sulla baia, zone verdi all’ombra delle palme e tutti i servizi necessari per una giornata di mare. Va segnalato che data la vicinanza con il centro, nei mesi estivi può spesso risultare affollata (anche se grazie alle dimensioni è sempre possibile trovare un po’ di spazio per stendere l’asciugamano).

 

Il lungomare è punteggiato da diversi (ed ottimi) chiriguitos con terrazza;  La Moraga è uno dei migliori, ma se cercate qualcosa di più economico, potete dirigervi al Chiringuito Tropicana (nella zona della vicina spiaggia de la Caleta) o nell’estremo più vicino al porto, dove sono presenti un paio di locali “vecchio stile” che offrono un’ottima cucina casereccia.

Pur non essendo una delle spiagge più belle del mondo, la Malagueta rimane una comoda e fantastica opzione per passare delle giornate di mare durante il vostro soggiorno in città. La vicinanza con il centro storico, unita all’abbondanza di servizi e alle acque limpide e riparate, la rendono particolarmente adatta alle famiglie con bambini (anche se l’arenile è frequentato assiduamente anche da gruppi di giovani).

La spiaggia è tra l’altro la prima al mondo ad essere dotata di un nuovo sistema di salvataggio, chiamato ‘Punto Naranja,’ una struttura posizionata in vari punti della spiaggia e dotata di un motore, un’imbragatura e 400 metri di cima per permettere agli addetti al salvataggio (ma anche ai bagnanti) di raggiungere eventuali persone in difficoltà in acqua e portarli a terra nel più breve tempo possibile.

Equipaggiato anche con un GPS per facilitare ulteriormente il lavoro dei soccorritori, il sistema è stato messo in opera nell’aprile 2014 dopo che numerosi test ne hanno decretato l’utilità e l’efficacia.

Playa de la Caleta

La Playa de la Caleta è adiacente a la Malagueta, separata da quest’ultima da una stretta scogliera che si addentra in mare poche decine di metri. Circondata anch’essa dal Paseo Maritimo Pablo Picasso, il lungomare est della città, è molto simile alla vicina per quanto riguarda i servizi offerti (completi) e le caratteristiche dell’arenile (di sabbia scura; lungo circa un chilometro e punteggiato da aree verdi e palme).

Sono presenti diversi chiringuitos (aperti anche in inverno) oltre a campi da beach volley e persino piccole palestre all’aperto di libero accesso. Il tratto di lungomare de La Caleta è frequentato tutto l’anno da ciclisti e persone che fanno jogging.

Baños del Carmen

Los Baños del Carmen è il primo stabilimento balneare di Malaga dal punto di vista storico. Il “Balneario de Nuestra Señora del Carmen” fu inaugurato il 16 luglio del 1918, entrando nella storia per essere la prima struttura pubblica di Spagna a permettere a uomini e donne di fare il bagno nella stessa area.

Si tratta di uno dei luoghi più amati dai malagueñi, che lo considerano un simbolo della città e lo hanno difeso negli anni da numerosi tentativi di speculazione edilizia. L’edificio principale, la terrazza e il parco sono nel complesso gli stessi di cento anni fa, e anche se la struttura mostra i segni del passare del tempo, rimane una fantastico posto per passare una giornata al mare.

La spiaggia del Balenario è frequentata principalmente da universitari e giovani in generale. Il ristorante-chiringuito, Natural&Mente, offre dell’ottimo cibo marocchino ed una fantastica terrazza colonnata affacciata sul mare, perfetta per godersi un mojito al tramonto.

Il Balneario è aperto tutto l’anno; la sua terrazza è sede di numerosi eventi (concerti, spettacoli, feste,  incontri culturali, ecc.) e di un frequentatissimo mercatino che si tiene il primo fine settimana di ogni mese.